Cosa è dunque la fitoterapia?

La fitoterapia è un metodo di cura antichissimo, che mira a sfruttare i principi attivi delle piante a beneficio dell’uomo: nel corso dei millenni, varie popolazioni hanno utilizzato ciò che la natura del luogo metteva a loro disposizione per migliorare il proprio benessere, curare vere e proprie patologie e anche preservare la propria bellezza.
D’altra parte, quando non esistevano molecole di sintesi (quelle che oggi troviamo comunemente nei farmaci e che peraltro sono spesso figlie a loro volta di molecole naturali), l’unico modo per lenire le sofferenze o anche per prevenire l’insorgenza di malattie era una profonda conoscenza proprio del mondo naturale: solo da qui potevano venire le cure di cui l’uomo aveva bisogno. Le erbe medicinali potevano essere sia spontanee sia coltivate: il che testimonia della grande importanza che rivestivano nella medicina delle epoche passate.
Dunque, anche se non conoscevano i motivi per cui una determinata pianta, una radice, un frutto, un decotto o altro ottenevano determinati effetti, già i nostri avi avevano imparato a riconoscerne le proprietà e a sfruttarle a vantaggio della comunità.

La fitoterapia nella medicina moderna

Ancora oggi utilizziamo le piante per curarci, non solo: ora comprendiamo molto meglio non solo gli effetti delle piante, ma anche a cosa sono dovuti e – non meno importante – stiamo mettendo ha punto metodi di estrazione sempre più efficaci, che ci consentono di trarre davvero il meglio dalle piante. Spesso infatti i principi attivi sono presenti in quantità infinitesimali all’interno del mondo vegetale e un’azione davvero apprezzabile si potrebbe ottenere solo consumandone grandi quantità in modo costante: la possibilità di concentrare questi principi attivi o addirittura tutte le proprietà di una pianta ( fotocomponessi ) all’interno di una pastiglia, una capsula o in poche gocce da bere ci consente di apprezzarne appieno i benefici.

Cosa è dunque la fitoterapia?

La fitoterapia è quella branca della medicina che si occupa appunto di studiare l’utilizzo delle piante medicinali per trattare o anche prevenire malattie o condizioni fisiche non ottimali. Grazie alla fitoterapia è possibile aumentare il proprio benessere, prevenire disturbi o anche patologie più serie, mantenere la salute del corpo, prendersi cura di sé giorno dopo giorno mantenendo quell’equilibrio che ci consente di esperire una buona qualità di vita.

Vi sono poi numerose patologie che presentano una serie di sintomi correlati che possono trovare un deciso giovamento grazie all’utilizzo di rimedi fitoterapici.

Una precisazione è d’obbligo: si potrebbe essere portati a pensare che, in quanto “naturali”, i fitoterapici siano sempre e comunque innocui. In realtà il mondo vegetale ha delle risorse potenti (lo vediamo, nella sua accezione negativa, ad esempio nelle piante velenose): specialmente se abbiamo patologie e se assumiamo altri farmaci è sempre bene chiedere consiglio al medico o al farmacista prima di avventurarci nell’uso di rimedi fitoterapici.

Fonti: archivio del Dr. Luigi Barone da Eboli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello